Iscrizione al nido d'infanzia

immagine rappresentativa

Come iscrivere i propri figli agli asili nido comunali.

Approfondimenti

Linee pedagogiche

Il Comune realizza le linee pedagogiche all'interno dei propri servizi socioeducativi attraverso il coordinamento pedagogico dotato di professionalità e competenze psicopedagogiche.
Il coordinamento pedagogico progetta e attua la programmazione pedagogica-educativa dei servizi con l'obiettivo di:

  • garantire la continuità educativa del nido
  • pianificare momenti di verifica e valutazione
  • sostenere e promuovere le competenze del personale educativo
  • favorire la messa in rete dei servizi a gestione diretta e indiretta attraverso momenti di confronto e verifica.

I documenti di riferimento per i servizi socioeducativi sono due:

  • il progetto pedagogico comune per tutti i nidi d'infanzia
  • il progetto educativo specifico per ciascun nido.

Il progetto pedagogico

Il progetto pedagogico dei servizi socioeducativi per la prima infanzia del Comune di Trento è un documento elaborato dal coordinamento pedagogico. Esso orienta e sostiene le scelte educative all'interno dei servizi.

Il progetto educativo

Il progetto educativo traduce concretamente il progetto pedagogico. È un documento che pianifica l'attività educativa annuale e definisce la progettazione educativa e le modalità organizzative del singolo servizio.
Il progetto educativo è in continua elaborazione ed è parte integrante della documentazione del nido, fruibile sia dagli operatori del servizio sia dalle famiglie.

Certificazione di qualità

Nel 2018 è stato conseguito il quarto rinnovo della certificazione di qualità per la "Progettazione ed
erogazione del servizio di nido d'infanzia" secondo la norma Uni En Iso 9001:2015 a seguito delle
visite ispettive effettuate nel mese di maggio.

Cos'è

Il nido d’infanzia è un servizio educativo e sociale che collabora con le famiglie alla crescita e alla formazione delle bambine e dei bambini di età compresa tra 3 mesi e 3 anni residenti nel Comune di Trento.

Avvalendosi di personale qualificato, il nido aiuta a sviluppare l’identità del bambino, proponendo spazi, attività e materiali diversificati all’interno di relazioni significative con gli adulti e fra i bambini. Il nido è infatti un contesto relazionale che cura con particolare attenzione la qualità delle relazioni affettive dei bambini, presupposto fondamentale per la crescita e il benessere nei loro primi tre anni di vita.

Oltre che con le famiglie, il nido opera in collegamento con la scuola dell’infanzia, i servizi sociali e sanitari e gli altri soggetti che si occupano di prima infanzia.

Il nido ha il compito di assicurare a ogni bambino adeguate possibilità di crescita offrendo:

  • ambienti e spazi di vita idonei, sereni e accoglienti
  • stimoli che promuovono lo sviluppo sensoriale, motorio, affettivo e cognitivo
  • adeguate attenzioni sul piano igienico-alimentare.

Offre inoltre momenti di confronto con i genitori, promuovendo incontri su specifiche tematiche
educative con esperti o con le coordinatrici pedagogiche disponibili attraverso lo Sportello genitori
per colloqui con genitori.

A chi si rivolge

Il servizio è rivolto a tutti i bambini:

  •  di età inferiore ai 3 anni
  • residenti nel Comune di Trento con almeno un genitore
Chi può fare domanda

La domanda può essere presentata:

  • da uno dei genitori
  • da chi ne fa le veci (tutore o affidatario)
Come si fa

Dal 1° settembre al 30 aprile 2020 è possibile presentare domanda di iscrizione al nido per l’anno educativo successivo (1 settembre 2020 - 31 luglio 2021).

Entro il 15 maggio 2020 viene approvata e pubblicata la graduatoria annuale per ciascuna tipologia di nido d’infanzia (tempo pieno e tempo parziale)

Il genitore assegnatario di un posto al nido deve accettare formalmente il posto secondo le modalità comunicate dal Servizio infanzia

L'Amministrazione comunica quindi la data di inizio ambientamento al nido d'infanzia (stabilita sulla base di valutazioni pedagogico-educative ed organizzative) che avverrà, indicativamente, tra l'1 settembre e il 15 ottobre 2020.

Il bambino inizia quindi la frequenza al nido d'infanzia, partendo dalla fase di ambientamento

Il genitore dovrà regolarmente pagare la retta per la frequenza al nido d'infanzia

 

Visualizzazione grafica dell'iter

Puoi trovare questa pagina in

Aree tematiche: Famiglia
Io sono: Bambino